Omicidio nel lametino, tre arresti

La polizia ha arrestato presunti mandanti ed esecutori dell'omicidio di Filippo Pantano, ucciso a colpi di fucile e pistola a Martirano Lombardo il 20 luglio del 2005. La Squadra mobile di Catanzaro, insieme a personale del Commissariato di Lamezia Terme, con il coordinamento della Dda diretta da Nicola Gratteri, ha arrestato Gino Strangis, di 49 anni, Pino Strangis (43) e Vincenzo Arcieri (48), già detenuto per altra causa nel carcere di Caltanissetta. Gino Strangis sarebbe stato ideatore, organizzatore ed esecutore del delitto, il fratello Pino avrebbe partecipato e Arcieri sarebbe coautore della decisione di uccidere Pantano insieme al vertici della cosca Giampà di Lamezia Terme. L'omicidio, secondo l'accusa, maturò nell'ambito dei contrasti tra le famiglie Arcieri-Cappello, a cui gli Strangis erano legati e la cui 'ndrina costituiva una promanazione dei Giampà nell'area premontana di Lamezia, e Pantano, che rappresentava gli interessi della contrapposta consorteria Iannazzo-Cannizzaro-Daponte.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Palermiti

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...